SETTE: Come offendere i cinesi (e poi pentirsene)

Il mio pezzo su “Sette” del Corriere della Sera.

Come offendere i cinesi (e poi pentirsene)
Tre spot pubblicitari, accusati di essere poco rispettosi. Alcuni messaggi bellicosi sui social (poi smentiti). La pirotecnica vicenda di Dolce&Gabbana ha innescato una reazione durissima da parte dei cinesi. La Repubblica Popolare è permalosa? No, ma è passionalmente nazionalista. Ed è consapevole della propria potenza.

Questo il link a cui leggerlo: https://bit.ly/2Gthbb4

Mini Rassegna Stampa su Xi Jinping, Nuovo Imperatore

AGGIORNAMENTI DEL 20 MARZO
Perché Xi non è il nuovo Mao. Un’analisi di Agi: http://bit.ly/2G4D1RD

Ecco la squadra di Xi Jinping: http://bit.ly/2DHeCvT

RASSEGNA 11 MARZO
In Cina, è stata approvata la riforma della Costituzione che elimina il limite dei due mandati per la Presidenza della Repubblica. Xi Jinping potrà rimanere presidente a vita. Un po’ di pezzi usciti in queste ore:

Corriere della Sera – Xi Jinping presidente a vita, arriva il sì del Congresso del Popolo: ora è più potente di Mao http://bit.ly/2p86Gi3

Il Manifesto – “Il potere è illimitato, ma Xi Jinping non è il nuovo Mao” https://goo.gl/7APnv5

AgiChina – Xi Jinping è presidente ‘in eterno’. Una nuova deriva autoritaria per la Cina? http://bit.ly/2DienY8

Limes – Xi Jinping lega il suo futuro al “risorgimento” della Cina http://bit.ly/2Hl3Xcw

Guardian – “Questo potrebbe distruggere la Cina”: il parlamento determina che Xi Jinping possa governare a vita http://bit.ly/2GehdQZ

The New York Times – Rendere illimitato il potere di Xi è un grosso problema. Ecco perché http://nyti.ms/2tBHINx

Washington Post – In Cina torna il “cattivo Imperatore” http://wapo.st/2FrfIlb

The Economist – Ecco perché l’Occidente si è sbagliato sulla Cina http://econ.st/2F5Azuf

“Gli studenti cinesi all’estero contro il presidente eterno” http://bit.ly/2DoaJvX

“Perché la Cina censura Winnie the Pooh e la lettera N?”
http://bit.ly/2Dq6fF5

ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE NAZIONALE DI SUPERVISIONE
Xi avrà il suo tribunale personale per punire i cinesi che sbagliano http://bit.ly/2p1nNmv

È online la settima puntata di #RISCIÒ: The Great Firewall: la censura on line

In Cina ci sono 751 milioni di utenti internet. E quando si parla di internet, è quasi automatico l’accostamento con la parola “censura”. Ma come è possibile che una popolazione così grande sia soggiogata dai dettami di poche persone che decidono cosa si può o non si può leggere, scrivere e condividere? Come sempre, la realtà è più complessa di quella che sembra.

Questo il link alla puntata: http://bit.ly/2rMnSyj

È online la quarta puntata di #RISCIÒ: la Nuova Via della Seta


Il Sogno Cinese di Xi Jinping, tra le tante cose, prevede un mastodontico progetto di investimenti e cooperazione economica che potrebbe coinvolgere 65 Paesi, oltre 4 miliardi di persone e un terzo del Pil mondiale. In cosa consiste questo piano che vuole ripercorrere l’antica Via della Seta per realizzare una globalizzazione con caratteristiche cinesi? E in che modo anche l’Italia è tra i suoi protagonisti?
Scopritelo qui http://bit.ly/2zPOZvY o qui http://apple.co/2z1lpSK

È online la terza puntata di #RISCIÒ: il Dragone e l’Aquila, ovvero Cina e Usa


Da sempre le relazioni tra Cina e Stati Uniti sono importanti per l’assetto geopolitico mondiale. Durante la Guerra Fredda hanno scardinato meccanismi geopolitici capaci di mutare per sempre il corso della storia. Oggi però i due Paesi, un tempo distanti sia ideologicamente sia economicamente, sono incredibilmente vicini: mai Cina e Usa sono stati così «alla pari» nel loro confronto. E come ha dimostrato il risalto internazionale riservato al recente incontro tra Xi Jinping e Trump, avvenuto a Pechino, i rapporti tra Stati Uniti e Cina sono diventati fondamentali. La loro evoluzione riguarda anche noi, molto da vicino.
Capite perché ascoltando la terza puntata di Risciò.
La trovate qui http://bit.ly/2jq5bwM o qui http://apple.co/2z1lpSK

È online la seconda puntata di #RISCIÒ

È online la 2A puntata di #Risciò, il podcast sulla Cina mio e di Simone Pieranni, prodotto da Piano P.
A Pechino si è appena concluso il XIX Congresso del Partito Comunista Cinese. Xi Jinping è stato confermato segretario e ha ottenuto che il suo pensiero politico venga inserito nella Carta Costituzionale: prima di lui solo Mao e Deng Xiaoping ci erano riusciti. Qual è l’idea di Cina che Xi ha in mente? In cosa consiste il suo “Sogno Cinese”? Come sta cercando di realizzarlo, dalla campagna interna contro i funzionari corrotti all’acquisto dei club internazionali di calcio? E soprattutto perché ci riguarda da molto vicino?
Ascoltatelo qui http://bit.ly/2yWsXnw o qui http://apple.co/2z1lpSK