Rassegna stampa cinese di luglio 2016

ISOLE CONTESE NEL MAR CINESE MERIDIONALE
4_MGTHUMB-INTERNA

Isole contese, Pechino sconfitta: secondo il tribunale dell’Aia «Non ha alcun diritto sul Mar Cinese Meridionale»: http://bit.ly/29JPb21

La posizione di Pechino dopo la decisione del tribunale dell’Aia: http://bit.ly/2aCeWCg

La Cina a metà luglio ha annunciato l’inaugurazione di due nuove piste di atterraggio alle isole Spratly, nel Mare Cinese Meridionale. Le Filippine “Pechino rispetti la sentenza”: https://t.co/qaCkvs6nDf

A Times Square viene proiettato 120 volte al giorno un video di propaganda cinese sul Mar Cinese Meridionale: http://huff.to/2a97yhU

POLITICA ESTERA
Premier Li Keqiang: il mondo non dovrebbe far affidamento sul fatto che la Cina traini la ripresa dell’economia globale https://t.co/AtIWD3ao59

Il fenomeno Trump visto dagli accademici cinesi: https://t.co/X56V0BfeP3

Quintuplicato il numero di cinesi che chiede asilo politico. Secondo le Nazioni Unite aumentano i rifugiati che accusano Pechino di persecuzioni e torture: https://t.co/Dgs8VUey4i

POLITICA INTERNA
Ai principali portali online è stato vietato di produrre inchieste giornalistiche originali su argomenti politicamente sensibili: http://bit.ly/2asgWwB

L’agenzia stampa governativa Xinhua e il Quotidiano del Popolo hanno cominciato a criticare la diffusione di “patriottismo irrazionale” sui social: https://t.co/lnYepNbuRv

2-Xi-Jiping1-678x381Il Papa del popolo. Due libri approfondiscono la figura del presidente Xi Jinping: http://econ.st/2alSJHY

Nomi e indirizzi dei debitori alla pubblica gogna sui tabelloni delle stazioni: http://reut.rs/2aElj7B

Editore di Hong Kong rilascerà centinaia di documenti di Zhao Ziyang, icona riformista del Partito Comunista: https://t.co/cAvGUjMlFK

Tibet, al via la demolizione dell’istituto buddista più grande del mondo: http://bit.ly/29ZFtov

CINA – ITALIA
Il 18 luglio è stato inaugurato a Fiumicino il nuovo volo Alitalia che collegherà Roma e Pechino: http://bit.ly/2aIfCUP

VARIE
Una ricerca sostiene che gli studenti cinesi siano i migliori del mondo nel pensiero critico. Fino all’università: http://nyti.ms/2aAmofn

La crisi delle scuole sportive cinesi, un tempo grandi “produttrici di medaglie” per le Olimpiadi: https://t.co/y58Ph0wp5uCosXpdWUsAAZcZq

La scelta di Matt Damon come protagonista del prossimo film di Zhang Yimou “The Great Wall” ha sollevato critiche “E’ bianco”: http://bit.ly/2anlSBM

PARTITO COMUNISTA CINESE
Il Sesto Plenum del Pcc si terrà ad ottobre. Sotto la lente la gestione e la disciplina del Partito: http://bit.ly/2aTGMXM

Gli iscritti al partito comunista nel 2015 erano 88.758 milioni, pari a circa il 6,5 per cento della popolazione cinese. Tanti, ma non per il Pcc che osserva una lieve diminuzione delle iscrizioni: http://bit.ly/2aGnSrg

Il video “Chi sono?”, girato per festeggiare i 95 anni del Partito Comunista Cinese, fondato il 1 luglio 1921.
Chi sono?
Che tipo di persona sono?
Forse non te lo sei mai chiesto.
Io sono quello che se ne va sempre per ultimo [da scuola]
e che la mattina comincia per primo [a lavorare]
Sono quello che pensa meno a sé stesso
e che rimane fermo al proprio posto fino all’ultimo.
Sono quello che agisce più in fretta,
che si preoccupa di più per gli altri
Siamo il partito comunista e saremo con te dall’inizio alla fine.
(La traduzione è di China Files)

Rassegna stampa cinese del 1 luglio 2015

ESTERI
Editoriale China Daily: l’inizio dell'”Era Asian Infrastructure Investment Bank” porta benefici a tutti” http://bit.ly/1FQ6anA

Editoriale Global Times su rapporto Ue – Cina: “il caso di maggior successo per la Cina di mantenimento di un rapporto proficuo e razionale con l’Occidente”” http://bit.ly/1NwbjXA

INTERNI
Oggi è il 94° anniversario della fondazione del PARTITO COMUNISTA CINESE, nato a Shanghai il 1 luglio 1921.
Il Global Times dice che per 2 anni consecutivi si è osservato un calo delle iscrizioni al Partito (14.6%): http://bit.ly/1T4ypZ2

Il South China Morning Post dice che il numero dei membri del Partito Comunista Cinese ha superato la popolazione della Germania

INFRASTRUTTURE
Pechino verso sostituzione dei treni stranieri (antiquati), con modelli alta velocità cinesissimi e all’avanguardia: http://bit.ly/1HtLk2I

CIzx3xrWUAAS8J1

Rassegna stampa cinese del 3 giugno 2015

Pessime notizie dal naufragio sul fiume Yangtze. Più di 400 dispersi. Il disastro navale più grave nella storia della Cina moderna: http://bit.ly/1K5RJlD

Il bell’amarcord di Tania Branigan, corrispondente del Guardian che lascia Pechino dopo 7 anni. Per capire quanto e come siano cambiate Pechino e la Cina: http://bit.ly/1BE8GNf

Capire il Partito Comunista Cinese e decodificare i 4 punti principali della filosofia del presidente Xi Jinping.
http://bit.ly/1HJZybM

Editoriale del Wall Street Journal: Come può l’America bilanciare il potere crescente della Cina in Asia? http://on.wsj.com/1RH6EoS

L’anniversario di Tiananmen è alle porte. Come tutti gli anni, Pechino stringe sui dissidenti: http://bit.ly/1dLdJGm

134291297_14332349608551n

 

Linea diretta con il potere

“Zhitong Zhongnanhai” è un nuovo forum del sito people.com.cn, inaugurato mercoledi scorso. Il nome è tutto un programma: “Linea diretta con Zhongnanhai”, ovvero una particolare bacheca online che mira a fornire agli utenti internet la possibilità di avere un dialogo semi diretto con gli inavvicinabili leader del PCC (Zhongnanhai è infatti il quartier generale del Partito e del governo centrale). Un tentativo di ‘democratizzazione’ di un processo decisionale che rimane ancora legato alle scelte di pochi.
In soli 4 giorni sono già comparsi più di 16.000 messaggi per il presidente Hu Jintao e più di 11.000 richieste rivolte al premier Wen Jiabao. I temi sollevati riguardano problematiche che toccano e preoccupano i cittadini cinesi e di cui i leader della Repubblica Popolare sono ben consapevoli: la crescita smodata dei prezzi delle abitazioni, un’efficace campagna anti-corruzione e nuove riforme politiche.
Non essendo ancora chiaro come l’elite del partito riceverà e risponderà ai messaggi degli utenti, molti rimangono scettici e credono che si tratti dell’ennesima trovata populista. Negli ultimi anni è capitato spesso che funzionari governativi abbiano aperto blog o account di microblog per dimostrarsi più vicini ai cittadini. Si sono tuttavia limitati solo a rispondere, molto in ritardo, ai commenti degli utenti, scrivendo spesso formule vuote e piene di banalità.

Non è la prima volta che i massimi leader cercano un avvicinamento telematico con il popolo. Lo scorso marzo, durante il Congresso Nazionale del Popolo, Wen Jiabao ha tenuto una chat online sul sito della Xinhua News Agency. Per un’ora ha risposto in diretta alle domande che arrivavano al sito. L’iniziativa è stata molto apprezzata.