Rassegna stampa cinese del 31 gennaio 2016

ESTERI
La Cina, perfino in crisi, in molte parti del mondo si può permettere cose che altri non si possono permettere: http://bit.ly/1nHiZzN

Svolta nei rapporti Vaticano-Cina. Papa Francesco nominerà 3 vescovi: http://bit.ly/1KiD6hB

La “caccia alla volpe” del governo cinese ha già riportato in patria più di 800 “fuggitivi economici” da più di 60 paesi: http://bit.ly/1nWrabo

Il viaggio in Medio Oriente di Xi JinPing. Economia, economia, economia: http://bit.ly/1S8XqmD

ECONOMIA
Il mito della fabbrica del mondo a basso costo. La Cina non sta cambiando, è già cambiata: http://bit.ly/201hx76

Intervista a Fang Cai, Vice Presidente dell’Accademia Scienze Sociali: Vi spiego il tredicesimo piano quinquennale: http://bit.ly/1Q3ZU1k

Economisti cinesi dicono che, per il bene dell’economia, ora serve incoraggiare le persone a creare start-up: http://bit.ly/1OZmPgi

Per l’ottavo anno di fila Pechino è la città cinese che spende di più. Nel 2015 superati i 152 miliardi di dollari: http://bit.ly/1JS0xOZ

POLITICA
L’artista cinese Ai Weiwei sospende le mostre in Danimarca per protesta contro la legge che impone la confisca dei beni ai profughi: http://bit.ly/1nWrbMp

SOCIETA’
Numero di divorzi in Cina è aumentato per il 12° anno consecutivo. Nati negli anni’80 son quelli che resistono meno: http://bit.ly/23BVMzn

La bizzarra carriera da “Panda breeder”: http://bit.ly/1Kju1Fc

^